RESIDENZE

CONFRONTO, APPROFONDIMENTO E PRODUZIONE: LE RESIDENZE DI NUOVA GENERAZIONE TRAD

Abbiamo immaginato di arricchire la nostra proposta formativa attraverso la strutturazione di diverse residenze artistiche e di produzione durante il corso dell’anno, in modo da permettere un approccio ravvicinato, uno scambio ed un approfondimento maggiori rispetto alla classica lezione o laboratorio che ha luogo durante tutto l’anno.

Residenza artistica VOCI IN ASCOLTO – 31 maggio/4 giugno 2023

Direzione artistica Davide Ambrogio,Vincenzo Gagliani

La prima edizione della residenza artistica Voci in Ascolto, completamente dedicata alle voci di tradizione, nasce dal progetto internazionale omonimo a cura di Davide Ambrogio e la World Music Academy di Vincenzo Gagliani. La residenza darà l’occasione di confrontarsi con altre esperienze (Coro a Coro di e con Rachele Andrioli, Concordu e Tenore de Orosei – canto Sardo, patrimonio immateriale UNESCU) e scoprire i luoghi di diffusione e insegnamento del canto tradizionale, incluse gli archivi sonori digitali (con il M° Fabrizio Piepoli– Conservatorio T.Schipa, Danilo Gatto, dipartimento di musiche tradizionali Conservatorio Tchaikovsky).




Coreutica, Residenza artistica sulle danze e le musiche del Mediterraneo

17-23 luglio 2023

Direzione Artistica World Music Academy e Scuola di Pizzica di San Vito


Giunta alla IX edizione, rappresenta un momento per approfondire stili tradizionali e culture del Mediterraneo. La residenza prevederà, oltre ai percorsi formativi e gli eventi, due laboratori di produzione artistica dedicati alle nuove generazioni condotti da professionisti della danza tradizionale (Fabrizio Nigro, Andrea De Siena) che, insieme ad un coreografo di danza contemporanea, guideranno un primo allestimento che unirà le produzioni musicali dei giovani musicisti provenienti dai laboratori di Musica di Insieme, Voci in Ascolto e Folktronica. Il teamdi Coreutica selezionerà una delle 5 produzioni vincitrici della call Folktronica e Residenza NGT 2022 (4 brani da finalizzare) con le coreografie che coinvolgeranno 5 giovani danzatori under 25 selezionati tramite apposita call.



FOLKTRONICA, dove la musica elettronica incontra la tradizione 7-10 settembre 2023

Direzione artistica World Music Academy e Last Floor Studio

Una residenza artistica di sperimentazione pura, tra formazione e produzione. La prima edizione della residenza Folktronica, della durata di 4 giorni, avrà come focus il LIVE SET: l’uso delle DAW in live, sviluppo di interplay e strumenti di improvvisazione. Durante la residenza producers e musicisti under 40 guideranno le attività formative e di porduzione, insieme ad un ospite di fama nazionale. Al termine di ogni giornata sono previsti live-set e jam session alla presenza di producers, etichette discografiche e musicisti professionisti. La residenza è aperta alla partecipazione di producers, strumentisti, cantanti e compositori under 40, che potranno vivere la residenza come musicisti ( massimo 20) e/o come compositori (massimo 5 under 35), accedendo a due form distinti. Per i compositori sarà necessario partecipare alla CALL e scaricare la prima libreria NGT – suoni tradizionali di San Vito dei Normanni prodotta da World Music Academy e Last Floor Studio che raccoglierà i suoni di 4 strumenti della tradizione sanvitese, che costituirà un riferimento necessario nella produzione del proprio brano. VAI ALLA PAGINA


RESIDENZA DI PRODUZIONE ” NUOVA GENERAZIONE TRAD” II edizione (dicembre)
La prima edizione 2022 ha visto 50 giovani musicisti da tutta Italia e Europa candidarsi alla CALL under 35 che ha visto 11 proposte vincenti. La seconda edizione, alla quale si prevede parteciperanno 10 artisti under 30 selezionati tramite CALL, si articolerà in 5 giorni di confronto con artisti e ricercatori, di performance, ma soprattutto di laboratori di produzione interdisciplinari guidati da un produttore che coordinerà, insieme al direttore artistico NGT, due tutor producer, due tutor di musica tradizionale, 1 tutor danza. L’idea è di preservare una dimensione creativa, generativa e di scambio tra i giovani artisti selezionati e i professionisti, e dall’altra di dare la giusta evidenza all’emergenza artistica di tutte le idee candidate.